LA PUNTEGGIATURA ITALIANA IN PROSPETTIVA COMUNICATIVO-TESTUALE

Gli studi teorici più recenti sulla punteggiatura italiana hanno messo in luce che, per dare una spiegazione plausibile delle funzioni del sistema interpuntivo, occorre andare oltre le concezioni prosodiche e sintattiche difese dalle grammatiche tradizionali e da molta saggistica: formulazioni come “la virgola corrisponde a una pausa breve” o “la virgola non si mette mai tra nome e aggettivo” si rivelano ricche di eccezioni alla prova dei fatti, quando non evidentemente sbagliate. La punteggiatura italiana possiede in realtà una funzione fondamentale di tipo comunicativo-testuale: essa riflette sistematicamente le istruzioni date dallo scrivente in merito all’organizzazione semantico-pragmatica del testo. Gli strumenti teorici più efficaci per analizzare il sistema interpuntivo – con tutti i segni che ne fanno parte – sono quelli della linguistica del testo, che ha tra i suoi obiettivi quello di spiegare in che modo le scelte linguistiche (sintattiche, lessicali, interpuntive) dello scrivente influiscono sul messaggio che il testo comunica.

Il corso si occuperà di presentare le molteplici facce del rapporto tra punteggiatura e testo, con particolare riferimento all’italiano, ma aprendosi anche – in funzione delle necessità – a cenni di confronto con altre lingue europee (inglese, francese, tedesco, spagnolo).

Nella prima parte del corso, sarà fornita una breve introduzione agli strumenti di analisi della lingua scritta offerti dalla linguistica del testo, per poi focalizzarsi sul segno della virgola, che sarà esaminato secondo diverse prospettive: valori comunicativi specifici, rapporto con la sintassi e con la lettura ad alta voce, differenze interlinguistiche (italiano-tedesco), sviluppi funzionali nella storia dell’italiano, usi estesi e specificità nella scrittura online.

La seconda parte del corso ci condurrà ad allargare lo sguardo agli altri segni di punteggiatura. Si potranno così precisare le differenze tra i segni con funzione segmentante-gerarchizzante e i segni con funzione interattiva, per arrivare a costruire un quadro generale delle istruzioni comunicative che la punteggiatura mette a disposizione degli scriventi.