Nel corso ci si propone di offrire occasioni di riflessione sul vasto campo dell'educational evaluation, soprattutto in riferimento ad alcuni oggetti dell'operatività valutativa: il contesto e il profitto, inteso quest'ultimo come il percorso di apprendimento compiuto dagli allievi a scuola. L'analisi del quadro normativo, in relazione all'assetto del sistema scolastico italiano e al suo divenire nel tempo, specialmente (ma non esclusivamente) riferito alla scuola secondaria nell'ambito dell'autonomia, costituisce lo sfondo irrinunciabile di una discussione che si intende compiere insieme ai corsisti circa metodologie e strumenti specifici di operatività valutativa a scuola. Si ritiene infatti che l'operatività valutativa a scuola, nelle sue varie sfaccettature, richieda pregiudizialmente una conoscenza del contesto in cui si è situati anche in senso diacronico.

Inoltre:
Modulo A: in una prospettiva di carattere formativo si intende discutere con i corsisti circa aspetti e temi chiave della valutazione di contesto, inquadrandone le ragioni teoriche nel più vasto campo dell'educational evaluation, in vista della promozione di un atteggiamento riflessivo del docente in merito alla sua operatività contestuale.

1

Modulo B: si discuteranno alcuni temi chiave del dibattito docimologico attuale in relazione alla valutazione del profitto e dei percorsi di apprendimento, al fine di offrire strumenti e occasioni di riflessione sul fare scuola al docente in formazione e in servizio.
Modulo C: Lo studio dell'ordinamento scolastico italiano, con particolare riferimento alla storia e al diritto delle istituzioni scolastiche in relazione soprattutto alla scuola secondaria tra passato e presente, ha come fine lo sviluppo di una maggiore conoscenza del sistema scolastico italiano e dunque anche della professionalità docente in tale contesto.

Il corso si articola in 3 moduli (A, B e C), connessi l'uno all'altro.